Corsi - 24 novembre 2018

Corso GIS – Le insufficienze respiratorie in Medicina Interna

Matera

Nel paziente ricoverato nei reparti di Medicina Interna sono di comune riscontro alterazioni respiratorie. Con l’invecchiamento della popolazione generale e l’aumento dell’età media dei pazienti ricoverati, tuttavia, la funzionalità respiratoria appare spesso gravemente compromessa. L’approfondimento delle conoscenze di fisiopatogenesi di patologie respiratorie e cardiovascolari ha mostrato come la comparsa di acutiae cardiache comportano sempre un peggioramento del quadro respiratorio. Tutte queste alterazioni presentano una ben documentata connessione con la regolazione dell’equilibrio acido base, presentando un asse di fine regolazione rene-polmone, imprescindibile in una valutazione olistica del paziente.

L’avanzamento della tecnica ha permesso l’accesso da macchine di ventilazione non invasiva (NIV) da parte di un sempre maggior numero di medici, svincolando il loro utilizzo alla presenza di pneumologi o reanimatori. È infatti comunemente riscontrabile nei reparti di medicina la presenza di pazienti che beneficiano dell’utilizzo della NIV. Questo cambiamento di mentalità ha permesso un netto miglioramento della prognosi delle patologie cardio-respiratorie, in quadri clinici di particolare severità che sino a pochi anni fa apparivano irrisolvibili.

La facile accessibilità alla NIV, l’aumentata incidenza di patologie respiratorie e le conseguenti alterazioni dell’equilibrio acido-base, sono al giorno d’oggi, quadri clinici con cui il clinico si confronta quotidianamente. Si avverte pertanto un potenziamento della formazione teorica e pratica su questi quadri clinici per meglio conoscere le opportunità che attualmente sono a disposizione.

Scopo del corso (riservato a 30 partecipanti: 20 medici, 10 infermieri) è pertanto quello di approfondire i quadri clinici respiratori, elettroliti e ionici con cui i pazienti si presentano presso le nostre UO, nonché fornire indicazioni chiare, sia teoriche che pratiche, per affrontare al meglio tali patologie.

22